giovedì 27 ottobre 2011

Adamo e Mario

Scusate se nelle ultime settimane non ho elaborato molto, ho scritto poco di mio.
Zio Amedeo torna presto con le sue seghe mentali - adesso è un momento un po' così, sapete, di quelli che dici "Quanto me sento trishte", poi vedi Il mio grosso grasso matrimonio greco e piagni.
Capito? Un po' così.
Ma passerà. Nel frattempo leggo la mia amata Achmatova e traduco - le uniche cose che mi danno vigore.
Ma guardate qui cosa vi offro? Perle di saggezza! Queste sì che me tirano su!



10 commenti:

  1. "Le finte bionde" di Carlo Vanzina se non erro. Ho riconosciuto la mitica Cinzia Leone

    RispondiElimina
  2. non l'ho visto, ma conoscendo i Vanzina immagino che NON sia un capolavoro della commedia di costume ma già in questo spezzone si sente chiaramente la voglia di sbeffeggiare i nuovi ricchi e nuove ricche degli anni '80, uno sberleffo un po' "facile" magari però c'è.

    RispondiElimina
  3. @paolo

    Esatto.
    Sai, io non lo trovo male. Intendiamoci: c'è di meglio. NOn è un lavoro sottile, né tantomeno ironico, che gioca sul dico/non dico. E' tutto abbastanza sfornato. Vanzina, voglio dire ...
    Eppure non è male. Questa scena, almeno, rende abbastanza bene quel tipo di ricca ignoranza e di ignorante ricchezza.
    E poi Cinzia Leone, su. Vogliamo parlare della sua interpretazione in "Parenti serpenti"? E dai no! :D

    RispondiElimina
  4. sì Parenti serpenti forse non sarà il miglior Monicelli ma lei è bravissima

    RispondiElimina
  5. adoro la leone...te la ricordi quando faceva daniela fini...sti frocii....adamo e mario è bellissima!! Sempre di più le amiche che rugano...del tipo se rinasco...voi sì che ve la godete....spesso c'è un tono un po' "piccato" nella voce..non voglio adesso far letture ..ma .."la vita si che ve la godete...poche responsabilità.." e vai con una serie di luoghi comuni sulla gaiezza.
    zanichelli
    gàio / ˈɡajo/
    [etim. discussa: ant. provenz. gai ‘gazza’ (dal lat. gāius, gāia), vale a dire ‘vivace come una gazza’ (?) ☼ av. 1250]
    o mamma come so gazza!!!

    RispondiElimina
  6. "Ho capito, ma che si dicono" m' ha fatto tajà.

    Ame, dimmelo tu cosa si dicono. Fantastico, mi hai risolto il venerdì sera da sciancata (oggi pomeriggio biscotti coi pupi, ne avevo 5, signora mia).

    RispondiElimina
  7. @Andrea
    Ti ho appena lasciato al tel, ci siamo già detti tutti riguardo a Leone e compagnia bella. Ma è brutto non rispondere, quindi ecchime!
    Grazie della ricostruzione etimologica, non male!

    @Mammamasterdam
    Commare mia, jo si 'cciso tu Gesù Cristo?! (espressione tipica di NOrma, paese lepino, per dire: "Dio, che croce!", oppure "Chi te lo fa fare?" :D
    Te faccio ride, eh? E daje, che te piaccio un po' come ti piaci a me!

    RispondiElimina
  8. E comunque se devi piagne al mio grosso grasso matrimonio greco, vedi di ridere con The wedding Banquet di Ang Lee.

    RispondiElimina
  9. Amedè, non piangere sul Matrimonio Greco ... Eternal Sunshine of The Spotless Mind è meglio, permette una pulizia interiore più profonda.
    La Leone la amo, però questi film mi fanno odiare la vita. Non so perché!

    Da una che ti capisce assai bene in questo radioso periodo.

    RispondiElimina
  10. @maja e mammamsterdam
    Care, recupererò entrambi! :D

    Maja, noi ci riprenderemo, io lo so. :)

    RispondiElimina