giovedì 10 novembre 2011

Conciliamoci

Esiste una musica che mi concilia con il mondo.
Dico una e non della musica perchè non si tratta di singole canzoni, di singoli episodi musicali, di singole performance, ma di particolari ritmi, miscele, combinazioni. Possono essere generi del tutto diversi, apparentemente inconciliabili o poco comunicanti, ma che, in realtà, accendono in me uno stesso tipo di sensazioni.
L'immagine che ho in mente quando questa musica mi arriva all'orecchio è sempre quella di fili incandescenti che entrano in contatto, e regalarmi una verità. Un'epifania, direi. Una vera e propria rivelazione. 
Sono in grado di ascoltarla per un tempo infinito, a ripetizione, farla finire e poi farla ricominciare. Non solo non mi stanca, ma man mano che la ascolto è come se mi si gonfiasse lo strato di pelle, se i polmoni si caricassero d'aria fino a rischiare di esplodere, se le mie orecchie stessero sempre per sputare sangue tutto intorno per via dell'incontrollata pressione. La mia capacità di sentire mi fa girare la testa, mi fa quasi svenire.
Molte cose di me, dei miei rapporti, dei miei pregi e difetti le ho afferrate proprio grazie a lei.
Sarei felice di conoscere la vostra musica, la vostra musica catartica.
Ecco qualche pillola della mia.

 

 

ps: in questi giorni ascolto Callas da mattina a sera.

3 commenti:

  1. Io amo la musica che mi fa sentire che la mente e il corpo sono una cosa sola. Non riesco ad ascoltarla sempre, perché spesso ho bisogno di cose che invece sottolineino solo mente o corpo.
    Ma quando capitano quei momenti di pace quieta in cui io sono completamente io, in pace con il mondo, con me stessa, con la vita questi sono i miei brani preferiti

    http://www.youtube.com/watch?v=3qN-QTuMzL8
    duke pearson - after the rain

    http://www.youtube.com/watch?v=bwDnobwJA9s
    gaia cuatro e fresu - haruka

    e poi Flamenco Sketches di Miles Davis che sto ascoltando in questo momento mentre rifinisco la pittura del muro della stanza ...
    http://www.youtube.com/watch?v=F3W_alUuFkA

    RispondiElimina
  2. per me una volta era Neil Young...ora Billie Holiday, che tengo sempre anche in sottofondo per fotografare. Quando invece ho bisogno di energizzarmi ricorro ai Nirvana...ma, confesso - anche Blondie o Donna Summer!

    RispondiElimina
  3. @unaltradonna

    Billi Holiday - appoggio! ;)

    RispondiElimina