sabato 19 novembre 2011

Sugli indiani

A casa di V. e M. M. prepara il pollo al curry. V. fuma. 
V. mi fa omaggio dell'esilarante racconto di una conversazione avvenuta tra lei e una paziente dell'ospedale presso cui lavora  - sorvoliamo su quale.

V. è allo sportello, deve prenotare una visita.
Operazione terminata.
Tizia: "Signorina, lei è stata davvero deliziosa, ma devo farle un appunto. La sua persona ci perde davvero molto con quella cosa che ha sul labbro. Le sembra il caso?".
V.: "Di cosa parla signora?".
Tizia: "Di quell'orecchino sul labbro. Non siamo mica gli indiani?! Le consiglio vivamente di toglierlo perchè non è opportuno."
V: "Sì, sì ... seguirò il suo consiglio. Arrivederci."

6 commenti:

  1. Gli indiani? Ma sta parlando dei pellerossa o degli abitanti di Delhi?
    E comunque, è allucinate come la gente si fissi su certi dettagli come piercing e tatuaggi per commentare negativamente l'aspetto altrui..come se fossero necessariamente dettagli negativi!Io non ci vedo niente di male! Anzi, vorrei un tatuaggio..


    Seya

    RispondiElimina
  2. @seya

    Hai capito perfettamente ciò che volevo dire.

    RispondiElimina
  3. Bella la risposta (io avrei sfanculato nell' esercizio delle mie funzioni).

    RispondiElimina
  4. @mammamsterdam

    V. avrebbe sfanculato volentieri, ma nella stuttura in cui lavora - cattolica, per suo sommo dispiacere - la linciano. :)

    RispondiElimina
  5. Ma che tristezza però, permettersi di esprimere giudizi del genere sull'estetica di un'altra persona. Non è opportuno? Per chi o cosa? Ma perchè, poi, la sua persona è opportuna?
    Quanta pazienza che ci vuole...

    RispondiElimina
  6. @Serbilla

    Hai detto bene, Serbilla, hai detto bene.

    RispondiElimina