giovedì 29 dicembre 2011

Saluti alle macchine e investigazioni frociaresche

Siamo alla fine dell'anno. Siamo tutt* stanch*. Inutile, quindi, mettersi a fare grandi discorsi - certo è che il cervello io continuo a mandarlo in pappa, ma per condividere con voi c'è tempo.

Due notizie veloci e significative:
1. Questa è l'ultima sera in cui vi scrivo un post dal mio vecchio pc. Questo è il primo post che vi scrivo dal mio nuovo pc. Ciao, mio caro, sei stato un amico.
2. Qualcuno è arrivato sul mio blog attraverso la ricerca su google di "amedeo frocio". Questo mi ha catapultato indietro di 15 anni - mai mi sarei aspettato, allora, di farmi adesso una gran risata.

Il tempo ...


Aggiornamento.
Per completare l'opera, appena sveglio stamane mia madre mi ha comunicato di aver acquistato un nuovo materasso in lattice per me, sarà qui a breve.
Allora.
Sì, il materasso era necessario, me l'aveva ordinato l'allergologo, ma dico io, santo natale: non avreste potuto rendermene partecipe? E soprattutto: non avreste potuto chiedermi se fossi d'accordo o meno sull'acquistarne uno che si piega tramite comando di una tastierina che mi fa tanto disabile?
Preso dall'ira, ho ringraziato e poi ho sbraitato. Questo è il mio spazio, è già striminzito, non possono scegliere loro pure quali prese devo occupare con quali strani strumenti! Cazzo!
In ogni caso, cari genitori, vi ringrazio.
Ah, visto che ci siete: riuscite a comprarmi anche fidanzato e lavoro a 2000 euro al mese?

4 commenti:

  1. Povera madre. Io avrei fatto uguale, MA (c'è sempre un ma) tu devi sapere che da un po' di anni non si vendono più materassi, ma sistemi letto (materasso e rete). E che la tua genitrice, presa da un amore sfrenato per il suo discendente non solo ha comprato il materasso nuovo per te, ma il MIGLIOR materasso nuovo. E la rete, sì era necessaria, perché i materassi in lattice sopra le reti che non sono fatte apposta per loro, hanno la morbidezza e l'accoglienza di una lastra di granito con rinforzo di acciaio.
    Magari quella col il motore costava uguale all'altra e lei l'ha presa. Poi vuoi mettere... zzzzzzz tirarsi su a sedere, leggere fino alle 3 di notte e poi zzzzzzz tornare a posizione stesa e dormire.... dai. non fare il brontolone, come si dice da noi... ti lamenti del brodo grasso. :)
    Piuttosto, prendi le misure della stanza e fatti fare una libreria su misura alta fino al soffitto e con gli sportelli, in modo da tenere con te i tuoi tesori senza morire soffocato :)
    Bacio.

    RispondiElimina
  2. @MarinaMarea

    Sì, forse hai ragione. Ma mi girano - che fare? :)
    No, basta, hai ragione tu. Mi godrò, in questo modo, il meglio delle nottate.

    Bacio a te!

    RispondiElimina
  3. Anche il fidanzato? Me par un pò troppo! Certo però che ti stanno rivoluzionando la vita! Anche se ammetto che la comodità di un materasso con comando può risultare interessante con l'età che avanza. Un altro anno passa e va...XPP

    Per la "Investigazione frociarola", il termine è geniale per una cosa, però, tristissima. Accidenti mi viene il magone solo al pensiero. Meglio riderci su, dai! Io però, causa malore, sono stranamente facile alla lacrima e quindi ci resto più male che altro...(ma non sarà una condizione permanente!)


    Seya

    RispondiElimina
  4. Ma come, ti regalano un signor materasso e tu ti lamenti? Fatti regalare anche il coprimaterasso antiallergico (antiacaro). Costa un occhio della testa, ma ne vale la pena!
    Per quanto riguarda lavoro e fidanzato ti auguro di trovarli entrambi nel nuovo anno!

    RispondiElimina