martedì 24 gennaio 2012

Quando gli psicoanalisti diventano poeti e la tua relatrice scrive un libro che costa l'ira di Dio ma che non puoi non comprare

Ieri ero tristissimo.
Dopo settimane e settimane di euforia incontenibile, passeggiavo per Roma e mi sentivo terribilmente solo. Ho ripreso a provare quel senso di manchevolezza, di solitudine. Volevo a tutti i costi un uomo che mi amasse, che mi abbracciasse, che mi stringesse a sé. 
Avevo in programma di andare qui, con Dario. E così ho fatto, dopo una mattinata all'università. 
L'inquietudine non mi è mica passata, ma l'incontro è stato emozionante.
Vittori Lingiardi è un grosso, un luminare della psicoanalisi, basta cercare su google e si trova di tutto. Lo seguo in tutte le iniziative e i progetti di cui vengo a conoscenza. E' in gamba, seriamente. 
Ieri ha presentato il suo primo libro di poesie. 
L'atmosfera nel teatro la sentivo incandescente: amori, affetti, attrazioni, famiglie, colleghi. Non riuscivo a non sentirmi investito da cuori e da corpi.
Vi consiglio di comprarlo, è un piccolo tesoro. L'ho acquistato subito dopo la sua lettura, divorato durante il viaggio di ritorno.
Poesia domestica, una delle poche forme poetiche che io adoro. 
Azzardo e ve ne lascio un paio.


Il tuo modo di dirmi ti amo
lo dichiari ogni sera,
quando attenui il mio grave russare 
con due tappi di cera.

*

Non potrei vivere
Senza lo scambio termico
Senza tenerti i sogni nelle mani.
Sai tu la mia temperatura,
Tu sei il maestro del tempo di cottura.

*

Bene. Ve le ho riscritte e ho ripianto. Funzionano!
Sdrammatizzo facendo un po' di pubblicità. La mia relatrice ha appena pubblicato questo libro. Comprate pure questo! Mi permetto di consigliarlo, anche se non l'ho ancora letto, perché so come lavora, e un contributo come questo non può andare perso. 

*

Prendetevi del tempo per ascoltare questa intervista a Chiara Lalli fatta da Loredana Lipperini. Un po' di chiarezza ci vuole.

2 commenti:

  1. Oggi va un po` meglio? Per quanto bella, non so se la poesia domestica possa essere d'aiuto al tuo umore.
    In ogni caso, grazie per il consiglio.
    Ho preso il libro di Lingiardi e, ovviamente dopo averlo letto, so gia` a chi regalarlo!XD


    Seya

    RispondiElimina
  2. @Seya

    Oggi pare andare meglio, sì. E comunque, si sa: queste cose sono altalenanti, vanno e vengono come vogliono.

    Ammazza, ao'! Ma qui c'è gente che me pija sur serio! Non immagino che qualcun* di voi avrebbe comprato davvero il libro - wow.
    Che te ne pare? Non lo trovi dolcissimo?
    Sarà un bel regalo, di sicuro.

    RispondiElimina