domenica 29 gennaio 2012

Ritrovare casa

Mi sento perso, ma mi ritroverò.
Qualche foto dei dintorni di casa, spazi che conosco a memoria, spazi di ricordi.
In fondo, quando ti perdi non vuoi tornare a casa?









11 commenti:

  1. Non so perchè ma le tue foto mi hanno ricordata questa (e mi stupisco di me stessa riuscendo a ricordarla (non completamente) a memoria): http://spazioinwind.libero.it/solegemello/leopardi.html


    Seya

    RispondiElimina
  2. Beh, qualunque sia stata l'associazione, io me la godo. :)
    Tu sei VERIBIG a ricordartela o.O

    RispondiElimina
  3. Apperò! Non sei anima cittadina tu..
    Ora, si può sapere cos'è un rustico di casa?

    RispondiElimina
  4. @TOLBIB

    Ah bello/a! Ma tu entri in casa mia senza pulirti le scarpe? :) (No, che palle, è uscita male ... Volevo dire qualcosa per dire tipo "Segui il mio blog senza leggere i post precedenti?". Vabbè, chissenefrega.)

    No, per risponderti. Io sono campagnolissimo. Nato a Latina - urbs! - e cresciuto ai piedi di Sermoneta (paese sulla collinetta). Ciò che vedi è la via di casa.
    Studio a Roma, praticamente ci vivo, ma il letto ce l'ho qui, ecco. :)
    Per saperne di più: http://mentemiscellanea.blogspot.com/2011/11/parlare-con-la-citta.html#comment-form

    Dicevasi rustico un edificio adiacente alla fattoria, o comunque separato dallo stabile abitativo, in cui riporre attrezzi et similia. Ormai è diventato sinonimo di:
    1. casetta autonoma di campagna in stile antico, tipo podere, tipo daca per i russi rispetto all'izba
    2. (la mia) piano più basso della casa, solitamente seminterrato, sempre in stile antico, con camino, madie, sedie e tavoli delle nonne ormai restaurati, cose così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bello! (non lo sapevi già, il genere?)
      Ammetto la colpa di aver letto seriamente il tuo blog solo dal passato presente al presente presente, cioè da quando qualcuno mi ha parlato di te :)
      Data un'occhiata al post che mi indichi, devo rimangiarmi quello che ho detto qualche giorno fa. Sei un'anima tutta metropolitana (che se la dorme all'aria buona)
      Bello il rustico, come abitazione principale.

      Elimina
    2. Credo di sapere che tu fossi masculo, ma non ne ero certo.

      Il qualcuno dovrebbe essere stato Dario, il mio piccolo dolce e tenero Dario. :)

      Elimina
    3. Che disappunto. Credevo avesse parlato a me di te e a te di me. Sob.

      Elimina
    4. Me ne ha parlato, infatti!
      E poi io li leggevo da me i tuoi commenti da lui ... Tranquillo, non ti abbiamo snobbato. ;-)

      Elimina
  5. Mi dolevo del dubbio sul mio sesso, principalmente. Non so come sia potuto succedere.

    RispondiElimina
  6. Diciamola tutta: io sapevo benissimo che tu sei un uomo, ma per zelo eccessivo sulla questione della lingua sessista ho detto: meglio non fare figuracce. Ecco :)

    RispondiElimina
  7. oh! va molto meglio, grazie

    RispondiElimina