domenica 23 settembre 2012

Upgrade

La solita latitanza, lo so.
Me tapino! Ho così poco da fare che non ho tempo!
Sono sveglio dalle 06.27, riposato come se fossero le 10.00. Ne ho approfittato per finire di vedere Colazione da Tiffany. Bello. Sì. Divertente, diverte in modo nuovo. Bei dialoghi.
Mi ero pure detto di cominciare a studiare, ma è troppo presto, quando l'aria è ancora così fresca mi viene mal di testa.
Allora uso questo tempo per aggiornarvi un po'. Credo che abbia bisogno di fare spazio tra i pensieri, di tracciarne i sentieri.

Il periodo è quello che è, ne ho avuti certamente di migliori, ma provo a trovarci il buono.
Con la voglia di un detenuto di pulire la sua cella, io procedo con gli esami. 
Lo studio non mi è mai pesato così, mai prima d'ora. Tuttavia, mi guardo intorno e vedo che i miei colleghi non stanno messi poi meglio. Sarà la stanchezza arretrata dello scorso anno, sarà che ho avuto venti giorni d'estate in tutto, sarà che ho certe botte di tristezza che quei pochi neuroni che restano in circolo si nascondono per non essere bruciati, sta di fatto che: adoro studiare, leggere, ho tanti progetti in mente, ma ne ho abbastanza di fare esami. Mettersi col culo sulla sedia, libri aperti e scervellarsi a capire, magari pure a ripetere. Distinguo netta l'impellenza di occuparmi di altro.
Sono, dunque, un po' indietro con il ritmo, ma il prossimo giovedì darò l'ultimo esame della sessione e olè.

Una gran bella notizia è che, grazie alla proposta e all'aiuto di Lorella Zanardo, i primi giorni di ottobre sarò impegnato qui.
Non avrei mai pensato di partecipare, visti i costi e la specificità dell'incontro. Invece la gentilezza che la contraddistingue mi permetterà di passare tre giorni intensi, ne sono sicuro. Vi racconterò.

Altra notizia non da poco è che uso ormai metà del mio tempo a chiedermi: quale sarà un look fico nei paesi dove in inverno c'è -40°? Cioè. Se un uomo non vuole gelarsi le chiappe ma neppure sembrare un orso, c'è una soluzione?
Perché, vedete ... Amedeo va ad Irkutsk!!!!!!!!!
Ebbene sì, tutto confermato. Ad inizi febbraio partirò per la Siberia. Cinque mesi circa. Università linguistica. Freddo. Foche. Lingua russa. Tè. Pesce. Desolazione. Esperienza. Questa è la catena mentale che seguo per convincermene.
Rispondete alla domanda sul look, comunque.

Poi magari c'è pure il cuore.
E quello sta lì, c'è sempre stato, sempre in pole position. Diciamo che non è il suo momento - come mi dicono sempre i miei amici, carucci: "Si vede che non è il momento... ". Vi odio tutti immensamente.
Però il titolo è upgrade.
E non mi riferisco soltanto alle nuove, ma ai miei flussi.
Sento che molte cose stanno cambiando. Meglio, si preparano a cambiare. Sono tutto un cantiere, lavoro in corso perenni, come a Pietroburgo. E per quanto io detesti le situazioni di transito, mi sa che stavolta ce devo sta'.
Sento che è finito il periodo di ricerca forsennata di affetto, tenerezza, consenso. Lo sto facendo finire, ché alcune direzioni della vita le devi dare tu con una certa forza e autorità, sennò arriva notte.
Scompongo, ricompongo, risistemo, riorganizzo, faccio i soliti macelli ma poi mi passa. Ho mia sorella che osserva curiosa, Dario che mi coccola, mi cazia e poi mi ricoccola, Veronica che mi appoggia, il lavoro (ah sì! Lavoro come tutor all'uni!) che mi distrae, la palla dello studio che mi assilla ma serve pure quello. Fa vita.
Sta cominciando un nuovo momento per me. 
Sto scoprendo parti nuove di me, interessi nuovi, modi nuovi per conoscere.
Mi torna in mente che quando da bambino ammiravo qualcosa, quando qualcosa mi incuriosiva, quando qualcuno mi piaceva, non pensavo a nessuna della conseguenze. Mi piaceva e basta. Passargli davanti, cercarlo, sognare di vederlo l'indomani, sentire il cuore che batteva mi bastava. Poi se magari mi chideva di giocare a palla tanto meglio, ma avevo la capacità di godermi le mie emozioni, per il solo fatto di averle.
Credo che dovrò chiedere aiuto a questi ricordi. 
Questa volta mi voglio dare una chance per cambiare. 
Più leggero, più felice soltanto di poter essere felice. 
E' l'opportunità.
Sporgersi un po' di più, anche in disequilibrio, fare capolino dalle cose. 


12 commenti:

  1. allora Ame
    leggi prima di partire qs libro che ho incontrato già due volte nell'arco di una settimana...ma l'ho incontrato non per me...per te.
    Nelle foreste siberiane dello scrittore e giornalista francese Sylvain Tesson edito da Sellerio .
    In Francia ha vinto un sacco di premi e ha venduto moltissimo. L'ho sfogliato, è un diario di sei mesi passati in una capanna sulle rive del lago Bajkal tra libri, sigari, vodka e silenzio.
    A me quando si affronta il tema silenzio scatta immediatamente la seduzione o meglio vengo sedotto...te ci troverai tante altre cose.
    Dai investi sti 16 euro.
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, certo che lo prendo!
      Del resto, non parlo di altro che della vita che farò io laggà. o.O

      Elimina
  2. Come fai a essere già sveglio? Da quando è finita la sessione io non faccio altro che dormire. Non scherzo, anche stamani mi sono svegliata alle 10.30 e ho dormito anche nel pomeriggio. Mi sento un ghiro!

    Comunque, che bello!! Vai in Siberia!
    Per il look non ti preoccupare, sei talmente carino che anche un sacco di patate ti starebbe bene..anche se non credo sia adatto viste le temperature. Io sono contro le pellicce quindi, fossi in te, mi armerei di quei tessuti moderni e strani che tengono caldo. Quelli degli escursionisti, per intenderci. Personalmente userei un poncho. Non so perché ma mi dà l'idea di "caldo". (non a caso il mio cappotto invernale è un poncho arancione..)
    Eventualmente potresti arrotolarti nei tuoi capelli..lunghi sono lunghi, no? XD

    Sono contenta stia iniziando un nuovo periodo e che tu abbia voglia di scoprire un nuovo Amedeo!
    E visto l'entusiasmo che provi nel volerti "sporgere in disequilibrio", credo che lo conoscerai presto..e dubito tu possa restarne deluso!

    Seya

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bel commento! Ma grazie! <3

      Riguardo al sonno, io stavo così post-tesi. Dallo scorso inverno, chissà perché, sto sempre in agitazione, in allarme, non mi rilasso mai abbastanza per dormire e quindi eccoci qui XD

      Questione look.
      Rifiutarsi di usare le pellicce in Russia è come rfiutarsi di ... bere in Russia XD
      Ci penserò a tempo debito.

      Grazie di cuore per il finale ;)

      Elimina
  3. Risposte
    1. Grazie!
      Ho una certa agitazione ... :D

      Elimina
  4. Risposte
    1. Eh già!
      Non è roba da poco, ho una certa agitazione ...
      In questi giorni mi preoccuperò di fissare dei punti chiave da sviluppare e proporre nel corso del dibattito di WIN YOUNG a cui dovrò prendere parte.
      Vi racconterò tutto!

      Elimina
  5. "alcune direzioni della vita le devi dare tu con una certa forza e autorità, sennò arriva notte" applausi!!
    Preparati a una esperienza fortissima, vivrai il massimo della disperazione e della felicità. poi non dire che non te lo avevo detto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, grazie ... no, per favore, restate pure seduti. XD

      Sono pronto. E ti farò sapere se ti avrò maledetto ;-)

      Elimina
  6. Siberia?! salutami Dersu Uzala!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Azz, questo suo film non lo conoscevo, sai? Grazie!
      Rimedierò al più presto.

      A breve vi aggiorno su WIN!

      Elimina